Chiudi Close
Torna a Notizie

GOING PRO: Matt Walker guarda al 2021

09 febbraio 2021

Il vincitore della Coppa del Mondo di Downhill del 2020, Matt Walker, di Madison Saracen, è al centro dell'attenzione per il 2021. Il giovane rider britannico trae stimolo da questa pressione e dopo un campo di allenamento estivo in Sudafrica è pronto per la sua prima vittoria in Coppa del Mondo quest'anno.

Guarda il film documentario qui

play

Dalla sua vittoria nella categoria Juniores ai Campionati Mondiali UCI di Mountain Bike nel 2017, Matt Walker è una stella del downhill con un grande futuro. Una difficile seconda stagione nella categoria Elite, nel 2019, lo ha portato ad affrontare il 2020 leggermente a corto di fiducia. Quando il Covid-19 ha stravolto il calendario delle gare, il rider di Madison Saracen è stato tra i più veloci ad adattarsi. Dopo l'evento di apertura della stagione, i Campionati del Mondo in Austria, Walker ha vinto il titolo assoluto di Coppa del Mondo in classifica generale.

Ci è riuscito tenendo testa ad alcune delle stelle più affermate del suo sport. E così, inizia il 2021 trovandosi al centro dell'attenzione. Gli restano molti obiettivi da inseguire. Sia Walker sia il suo allenatore, Phil Dixon, hanno evidenziato un paio di elementi chiave sui quali il campione in carica deve puntare.

L'ingresso nella categoria Elite è stato un momento particolare per Walker, il 21enne ha ammesso: "Quando ho iniziato a interessarmi al downhill, era la stagione in cui Greg [Minnaar] e Gee [Atherton] stavano lottando per il titolo assoluto. Per questo erano i miei idoli da ragazzino. Poi tre anni fa, passando in categoria Elite, ho dovuto affrontare un cambiamento di mentalità. Certamente non ho perso il rispetto per loro. Ma ho dovuto riconoscere che i miei idoli sono ora i miei rivali".

Grazie alla sua forte personalità e ai suoi costanti progressi, Walker è migliorato di anno in anno. O almeno questo è il parere di Dixon. "Lavoro con Matt da quando aveva 15 anni", racconta Dixon. "Quando entrò per la prima volta nel Madison Saracen team come Juniores, Will Longden mi chiese di lavorare con lui. All'inizio spingemmo Matt a divertirsi e a sviluppare le sue capacità. E solo dopo aver raggiunto la categoria Elite abbiamo introdotto un piano di allenamento più strutturato. Se raggiungi i vertici da Juniores, può essere davvero difficile colmare il grande divario con i rider di classe mondiale".

"Tre anni di progressi costanti e Matt si trova ora dove merita di essere", ha dichiarato Dixon. Il 2021 sarà senza dubbio un grande anno. "In un certo senso è stata una benedizione che Matt non abbia vinto una Coppa del Mondo nel 2020", ha riflettuto Dixon. "Così ora ha un grande obiettivo a cui puntare nel 2021, una grande fonte di motivazione".

Per iniziare la sua preparazione per il 2021 nel miglior modo possibile, a gennaio Walker si è recato in Sudafrica. Mentre il suo paese d'origine, il Regno Unito, affrontava un inverno nevoso, Walker si godeva il sole a Stellenbosch. "È facile capire, stando seduti qui al sole, perché ho voluto venire a Stellenbosch per il mio allenamento invernale", ride Walker. "È stato fantastico poter sfuggire all'inverno, sfrecciare lungo un'incredibile rete di tracciati e allenarsi al sole".

Dixon ha anche fatto in modo che Walker non si limitasse solo a godersi i trail e l'abbronzatura a bordo piscina. I programmi di allenamento incentrati su forza, flessibilità e potenza esplosiva sono stati inseriti nelle attività di svago. Un anno dopo il loro ultimo campo di allenamento a Stellenbosch, l'allenatore è rimasto impressionato dai progressi di Walker. "L'anno scorso eri un po' in affanno alla fine dei tuoi sprint", ha ricordato Dixon. "Quest'anno stai spingendo veramente al massimo sui pedali, fino in fondo". “Mi sento più efficiente”, ha confermato Walker.

Segnali minacciosi per i suoi rivali nel Downhill. Soprattutto perché sia lui che Dixon stanno lavorando per garantire che il campione non sia solo fisicamente preparato, ma anche mentalmente pronto per la stagione a venire. "Credo che sia davvero importante divertirsi in sella", ha detto Walker. "Certo, a volte è difficile; specialmente quando piove o nevica e devi uscire con la bici da strada. Ma la possibilità poi di salire in sella a una bici da downhill nel fine settimana e andare a gareggiare giustifica tutto. Adoro il mio sport!"

Per mantenere vivo il divertimento e per garantire che Walker sia motivato e rilassato in vista delle gare, Dixon ha uno straordinario asso nella manica. "Molti degli atleti del Downhill guidano moto da cross", ha detto sorridendo. “Ma Matt adora la sua track bike. Quindi, il piano è di garantirgli di divertirsi permettendogli di guidare la sua moto quest'anno. Le giornate in pista non affinano solo i suoi riflessi, ma lo rendono anche felice. E questo contribuirà ad alimentare la sua sete di successi e la sua motivazione per i Mondiali. Al momento è motivatissimo per una prima vittoria della Coppa del Mondo!"

Mantenere la motivazione durante una stagione impegnativa potrebbe essere la chiave per il successo anche quest'anno. Con l'Europa investita da una seconda ondata di Covid-19 e con la previsione di ulteriori ondate, non c'è certezza che la stagione di Coppa del Mondo possa procedere come attualmente previsto. La flessibilità dimostrata da Walker nell'affrontare quattro gare compresse in un periodo molto breve nel 2020 potrebbe essere un buon punto di partenza, insieme al suo programma di allenamento invernale.

Oltre a un altro anno per familiarizzare con la sua bici e i suoi componenti. Per garantire una sensazione analoga, Walker usa il manubrio PRO Tharsis 35 e la sella PRO Stealth Offroad su entrambe le sue bici da downhill e da trail. "PRO ha trovato un perfetto equilibrio tra rigidità e flessibilità con il manubrio Tharsis 35", ha dichiarato. "I manubri sono rigidi al punto giusto per dominare i terreni accidentati, ma sono anche flessibili per garantire una perfetta sensibilità lungo i tracciati. Se un manubrio è troppo rigido si perde la sensibilità e questo influisce sulla qualità della guida".

"La sella PRO Stealth Offroad mi si adatta molto bene", ha aggiunto Walker. "Ho provato altre selle prima, ma con nessuna mi sono trovato così bene. La uso su tutte le mie bici e la trovo molto comoda, anche nei lunghi allenamenti. Anche in un campo di allenamento, come quello di Stellenbosch, pur stando in sella tutti i giorni è rimasta comoda, il che è davvero importante".

Con le sue doti, una perfetta preparazione e un piano per mantenersi motivato durante un anno potenzialmente complesso, il rider Madison Saracen affronta il 2021 con tutte le carte in regola per un'altra stagione stellare. Un anno che potrebbe fruttargli la sua prima vittoria in Coppa del Mondo. Non c'è da meravigliarsi se ora è al centro dell'attenzione, ma Walker gestisce questa pressione con facilità.

Segue Articoli connessi

Vai a Notizie

Going PRO: l'esperienza giovanile di Coryn Rivera

Coryn Rivera
Leggi di più
MTB

Matt Walker ha vinto la classifica generale UCI WC DHI Series nel 2020

Leggi di più
Blog Detail Template